Premio Asimov

Il premio Asimov è un premio nazionale di cultura e di divulgazione scientifica, la cui giuria è formata da studenti e studentesse delle scuole secondarie di secondo grado. 

L’obiettivo è diffondere la cultura scientifica tra i giovani, favorendo le interazioni tra scuola, università e mondo della ricerca e incoraggiando scambi e occasioni di mutuo arricchimento con le discipline umanistiche.
Per questo la scelta dell’autore o autrice del libro vincitore del Premio ASIMOV viene demandata proprio a studenti e studentesse. Sono loro che hanno il compito di leggere, discutere, recensire e votare i libri di divulgazione che vengono precedentemente selezionati dalla commissione scientifica del Premio. Questa è costituita soprattutto da insegnanti di scuole superiori, ma anche da ricercatori e ricercatrici dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), delle Università e del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), giornalisti, scrittori ed esponenti del mondo della cultura scientifica e letteraria.

Dalle recensioni e dai voti degli studenti la commissione scientifica deduce quale sia il libro vincitore che viene proclamato in un evento pubblico in cui gli studenti sono i protagonisti. La commissione scientifica ha anche un altro compito: valutare le recensioni degli studenti e premiare quelle più meritevoli.

Durante l’anno scolastico ogni sede organizza delle attività, per esempio incontri nelle scuole o nelle librerie per parlare di scienza e di libri.

Ultima edizione

Dall’universo, le sue immagini e gli studi più recenti alla quotidianità delle malattie e i rapporti tra la medicina e la società. A sorpresa, la settima edizione del Premio ASIMOV si è conclusa con un pari merito. Sia Agnese Collino con La malattia da 10 centesimi sia Licia Troisi con La sfrontata bellezza del cosmo hanno saputo affascinare e coinvolgere studenti e studentesse da tutta Italia tanto da aggiudicarsi la VII edizione del Premio ASIMOV tra gli altri apprezzatissimi finalisti Paolo Alessandrini con Bestiario matematico, Marco Ciardi con Breve storia delle pseudoscienze e Paul Sen con Il frigorifero di Einstein

collage delle copertine dei 5 libri finalisti di Asimov 2022

Storia del Premio Asimov

Il Premio ASIMOV nasce in Abruzzo nel 2015 per iniziativa di Francesco Vissani, dirigente di ricerca dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, all’epoca coordinatore del dottorato sperimentale presso il Gran Sasso Science Institute (GSSI) di L’Aquila. 

Da allora, di anno in anno il premio ha coinvolto un sempre maggior numero di studenti, studentesse, docenti, ricercatori e ricercatrici dai più importanti istituti di ricerca italiani. Dal 2020 l’iniziativa è arrivata oltreoceano con una prima edizione del Premio ASIMOV Brasil, organizzata dall’Instituto de Estudos Avançados (IdEA) e dall’Universidade Estadual de Campinas (Unicamp). 

Alla settima edizione hanno partecipato quasi 300 scuole per un totale di oltre 12.300 studenti e studentesse. La commissione scientifica, strutturata nelle commissioni regionali di Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto, ha potuto contare sulla collaborazione di più di 700 membri. Le istituzioni partecipanti sono più di quaranta oltre all’INFN, la Società Italiana di Fisica (SIF), l’Associazione Nazionale Librai (ALI) e l’Accademia dei Lincei e molte altre. 

Città e sedi INFNBari, Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Genova, Lecce, Milano, Milano Bicocca, Napoli, Perugia, Pisa, Pavia, Potenza, Roma 1, Tor Vergata, Torino, Laboratori Nazionali del Gran Sasso e GSSI



oltre 12 000
partecipanti alla VII edizione
~ 300
scuole
STUDENTI DI SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO e DIVULGATORI SCIENTIFICI

Edizione in corso
Novembre 2021 - giugno 2022

Responsabile nazionale:
Francesco Vissani
INFN – Laboratori Nazionali del Gran Sasso
francesco.vissani@lngs.infn.it

Condividi