INFN al Salone del Libro di Torino 2022

19 Mag - 23 Mag
Condividi
Banner del Salone del Libro di Torino 2022 - Cuori Selvaggi

Tra i protagonisti del Salone del Libro di Torino 2022, anche l’INFN, che presenta le proprie iniziative editoriali rivolte al grande pubblico insieme ad altri progetti educativi e didattici.

Dal 19 al 23 maggio, negli spazi di Lingotto Fiere e del centro Congressi Lingotto di Torino, torna il Salone internazionale del libro, l’evento più atteso dai lettori italiani, che, oltre a raccogliere le principali realtà editoriali del nostro paese, farà da palcoscenico, come ogni anno, a una ricca serie di eventi e incontri con autori e ospiti illustri provenienti dal mondo della cultura.

Tra i protagonisti della rassegna, giunta alla sua trentaquattresima edizione, anche l’INFN, che presenta a Torino le proprie iniziative editoriali rivolte al grande pubblico insieme ad altri progetti educativi e didattici.

L’INFN sarà presente come espositore al Padiglione 2, Stand L17, dove saranno presentate due importanti novità: la pubblicazione di Bang!, applicazione per mobile con la quale il progetto ScienzaPerTutti proporrà quiz interattivi grazie ai quali gli utenti potranno mettere alla prova e accresce le loro conoscenze in fisica: e l’uscita dell’ultimo numero di Asimmetrie, intitolato Complessità, con il quale la rivista ha voluto rendere omaggio a Giorgio Parisi, autore dell’articolo introduttivo, e alle tematiche di ricerca che gli hanno valso il premio Nobel per la fisica nel 2021.

A completare la partecipazione dell’INFN al Salone del Libro, l’evento Chi ha vinto il premio Asimov per la divulgazione scientifica?, che avrà luogo venerdì 20 maggio alle 17:30 presso la Sala Bronzo (padiglione 2). L’evento, organizzato con Associazione Librai Italiani (ALI), consentirà di conoscere da vicino Licia Troisi e Agnese Collino, le vincitrici ex aequo dell’ultima edizione del Premio ASIMOV, e i loro libri, “La sfrontata bellezza del cosmo” e “La malattia da 10 centesimi”, che hanno ottenuto l’apprezzamento di una giuria composta quest’anno da più di 12.300 giovani.